Your web browser is out of date. For the best experience on Zimmer websites please upgrade to the latest version of Internet Explorer, Chrome, or Firefox.

Zimmer, Inc.

Di cosa sono fatti gli impianti Zimmer?

implants-materials-banner

Non solo biomateriali

Come ci si potrebbe aspettare, gli impianti ortopedici sono particolarmente “high tech”. Il design può essere piuttosto complesso e i materiali utilizzati, chiamati biomateriali, sono studiati nei minimi dettagli. Esempi di biomateriali sono il titanio, il cromo-cobalto, il polietilene e il Trabecular Metal™ (metallo trabecolare). Negli Stati Uniti, la FDA impone test severi e approfonditi prima di autorizzare l’utilizzo di un nuovo materiale in un impianto ortopedico. I materiali utilizzati più frequentemente hanno alle spalle una lungo utilizzo clinico di successo.

Vi sono diversi biomateriali, ma non esiste un singolo biomateriale che sia più adatto a tutti gli impianti e a tutti i pazienti. I requisiti specifici del materiale di un impianto variano in base all’utilizzo previsto.

Effetti collaterali

Come i farmaci, anche i biomateriali possono avere effetti collaterali, tra cui la formazione di detriti microscopici, un aumento nel livello di ioni nel sangue o nelle urine o infiammazione. Si tratta di casi rari, ma la possibilità sussiste comunque. Per questo motivo il medico valuta ogni singolo caso e considera attentamente il materiale e la forma dell’impianto da utilizzare.

Le presenti informazioni sui biomateriali vengono fornite allo scopo di rispondere ad alcune delle domande più comuni sui biomateriali utilizzati, ma non possono indicare quale materiale sia meglio per l’impianto di un determinato paziente. Solo il medico è in grado di saperlo. È consigliabile approfittare delle visite dal chirurgo per porre eventuali ulteriori domande sui biomateriali del proprio impianto.

 

Last Updated: 31 January, 2013© 2013 Zimmer, Inc. (owner of site) version 6.0