Your web browser is out of date. For the best experience on Zimmer websites please upgrade to the latest version of Internet Explorer, Chrome, or Firefox.

Zimmer, Inc.

Come alleviare il dolore all’anca: trattamenti non chirurgici

non-surgical-treatment-options-banner
people exercising

Per alleviare il dolore all’anca sono disponibili varie possibilità di trattamento. Il successo varia non solo in base alla singola articolazione, ma anche a seconda di cosa ne causa il dolore. La cura per il dolore artritico, ad esempio, implica generalmente un insieme di trattamenti. È consigliabile consultare il medico per discutere cosa sia più indicato.

Farmaci

Per curare l’artrite e tenere sotto controllo il dolore vengono utilizzati diversi farmaci da prescrizione e da banco. Tra i più comuni vi sono gli antidolorifici senza aspirina, i farmaci antinfiammatori, i corticosteroidi, i farmaci modulatori del dolore e i sonniferi.

Esercizio a impatto ridotto

L’esercizio svolto con regolarità, tra cui quello per le articolazioni e i muscoli, è importante per migliorare la resistenza e la flessibilità. Può ridurre il dolore, migliorare il movimento, ridurre la fatica e aiutare a sentirsi meglio. E, se eseguito correttamente, non “logora” le articolazioni né peggiora l’osteoartrosi.

Terapie del caldo/del freddo

L’uso del caldo o del freddo sulle articolazioni può apportare un sollievo di breve durata del dolore e della rigidità. Gli impacchi/bagni freddi aiutano a ridurre l’infiammazione e il gonfiore, e possono essere utili in caso di riacutizzazione del dolore. Il caldo aiuta a rilassare i muscoli e a favorire la circolazione.

Controllo del peso

Perdere peso aiuta ad alleviare il dolore poiché riduce lo stress a livello delle articolazioni. Dopo tutto, le anche sostengono l’intero peso del corpo.

Terapia fisica e occupazionale

I fisioterapisti possono collaborare con il paziente per creare un programma di esercizi personalizzato, spiegando come utilizzare il caldo e i massaggi per scopi terapeutici. I terapisti occupazionali possono illustrare tutti i vari tipi di strumenti che possono rivelarsi d’aiuto, tra cui quelli per sollevare le sedie o regolare l’altezza del wc.

Ausili compensativi

Per proteggere le articolazioni è possibile utilizzare un bastone da passeggio o altro ausilio per la deambulazione, in modo da evitare di caricare un peso eccessivo su di esse. I plantari, chiamati anche supporti ortotici, sono studiati per sostenere, allineare e migliorare la funzionalità del piede e, a seconda dei casi, possono ridurre la pressione sulle anche.

Tutori per anca

Vari tipi di tutori per anca possono ridurre il dolore nella regione, migliorandone la stabilità e la mobilità.

Attività da evitare

Le attività particolari da evitare comprendono: utilizzo eccessivo delle scale; attività sportive con elevato carico del peso, ad esempio corsa, sci e aerobica a livello intensivo; le attività fisiche che prevedono partenze e arresti bruschi, torsioni o stress da impatto, piegarsi o inginocchiarsi eccessivamente, alzare o spostare oggetti pesanti e sedersi su superfici o sedie basse. Quando non è possibile evitare queste pratiche, cercare di alternare i periodi di attività con quelli di riposo, per evitare che le articolazioni subiscano un affaticamento eccessivo da azioni ripetute.

Salute mentale

Parlare delle proprie sensazioni con i familiari o gli amici, eseguire esercizi mentali come la meditazione, conservare un atteggiamento positivo o entrare a far parte di gruppi di aiuto a livello locale può aiutare a gestire meglio il dolore all’anca.

Trattamenti non tradizionali e alternativi

Alcune persone affette da osteoartrosi prendono vitamine C e D per il loro ruolo nella formazione della materia di cui sono composte le articolazioni, tra cui il collagene e la cartilagine. Alcuni assumono la vitamina E, uno dei più importanti antiossidanti alimentari. La glucosamina e la condroitina solfato, usate generalmente in associazione, sono gli integratori alimentari più comunemente utilizzati. Tuttavia uno studio pubblicato nel 2006 dal New England Journal of Medicine ha rivelato che, in base ai risultati ottenuti da uno studio sull’artrosi curata con la glucosamina e la condroitina solfato, questi due integratori avrebbero un effetto sull’osteoartrosi pari a pillole di zucchero.

Poiché gli integratori alimentari o a base di erbe non sono regolamentati dalle autorità sanitarie e normative e la loro efficacia non è ampiamente supportata dalla ricerca scientifica, è assai importante parlare con il medico se si stanno assumendo o si ha intenzione di assumere integratori o farmaci di questo tipo.

 

Last Updated: 31 January, 2013© 2013 Zimmer, Inc. (owner of site) version 6.0