Your web browser is out of date. For the best experience on Zimmer websites please upgrade to the latest version of Internet Explorer, Chrome, or Firefox.

Zimmer, Inc.

Cosa succede dopo l’intervento di protesi al ginocchio?

after-knee-surgery-banner
woman on crutches

Le prime 24 ore dopo l’intervento al ginocchio

La riabilitazione inizia non appena tornati nella camera d’ospedale. Il programma di riabilitazione aiuta a recuperare la forza, l’equilibrio e il grado di mobilità del ginocchio. Il programma è personalizzato e può prevedere l’utilizzo di una macchina denominata “movimento passivo continuo”, che estende e flette delicatamente il ginocchio per evitare che si irrigidisca. Altri esercizi che favoriscono la circolazione alle gambe sono quelli per l’attivazione della pompa venosa e di dorsiflessione e flessione plantare.

È importante alzarsi e muoversi fin da subito; generalmente al paziente viene infatti chiesto di alzarsi e muoversi 24 ore dopo l’intervento. Se prima dell’intervento il dolore al ginocchio era forte, probabilmente le attività saranno già state ridotte e i muscoli saranno deboli. Si dovrà quindi recuperare abbastanza forza per controllare il nuovo ginocchio, e fare attività precocemente favorisce la guarigione. Il medico e il fisioterapista forniranno istruzioni dettagliate su come curare la ferita, controllare il dolore, la dieta da seguire e gli esercizi da fare.

Resto della degenza in ospedale

Nel giro di 24 ore dopo l’intervento il paziente inizia a muovere i primi passi con l’aiuto di un deambulatore. Le dimissioni avvengono non appena il medico stabilisce che la ripresa è sufficiente. La degenza in ospedale dopo l’intervento è di circa tre giorni. Successivamente il paziente potrà o meno essere trasferito per alcuni giorni in una struttura per la riabilitazione, su discrezione del medico. Prima di essere dimesso il bendaggio e le suture vengono generalmente rimossi.

A casa si dovranno continuare gli esercizi. Il fisioterapista spiegherà in cosa consiste un’adeguata assistenza domiciliare e potrà continuare a lavorare con il paziente.

 

Last Updated: 31 January, 2013© 2013 Zimmer, Inc. (owner of site) version 6.0