Your web browser is out of date. For the best experience on Zimmer websites please upgrade to the latest version of Internet Explorer, Chrome, or Firefox.

Zimmer, Inc.

Riabilitazione dell’anca dopo l’intervento

postsurgical-hip-rehab-banner

La riabilitazione inizia subito

Al ritorno nella camera d’ospedale, il paziente inizierà un leggero programma di riabilitazione per rafforzare i muscoli intorno all’anca e riacquistare la mobilità. Il giorno stesso dell’intervento al paziente verrà chiesto probabilmente di sedere sul bordo del letto, con le gambe a penzoloni e gli verrà insegnato come proteggere la nuova anca quando si eseguono le attività quotidiane.

Generalmente nelle 24 ore successive, o non appena possibile, il fisioterapista aiuterà a camminare, muovere pochi passi alla volta. Man mano che la guarigione procede, si passerà dal deambulatore alle stampelle e infine a un bastone da passeggio. Prima delle dimissioni un terapista occupazionale indicherà come eseguire le attività quotidiane a casa con la nuova protesi. Insegnerà ad esempio come andare in bagno, vestirsi, sedersi o alzarsi, raccogliere oggetti e molte altre attività.

Dopo due o quattro giorni, o quando il medico avrà deciso che la ripresa è sufficientemente, il paziente verrà dimesso. Il paziente potrà o meno essere trasferito per alcuni giorni a una struttura per la riabilitazione, sempre su discrezione del medico. Di ritorno a casa si dovrà continuare ad assumere i normali farmaci e ad eseguire gli esercizi prescritti dal fisioterapista o dal medico. Camminare, rimanere attivi e fare esercizio fisico sono i modi più veloci per riprendersi pienamente.

Il paziente e il fisioterapista

Data l’importanza cruciale della riabilitazione per il successo dell’intervento, il medico consiglierà probabilmente un programma di riabilitazione immediato e intensivo dopo la dimissione dall’ospedale. Il medico consiglierà al paziente, una volta dimesso, un fisioterapista che lo aiuterà a riacquistare le forze, l’equilibrio e la completa mobilità. L’impegno nell’eseguire correttamente gli esercizi a casa e un’ulteriore riabilitazione sono fattori essenziali se si desidera riuscire a eseguire movimenti particolari, ad esempio piegare il ginocchio fino a terra.

Un’attività fisica eccessiva, una lesione e l’obesità possono provocare allentamento, usura e/o frattura dell’impianto d’anca. Anche il non praticare il programma di riabilitazione richiesto o non seguire le istruzioni del medico nell’esecuzione delle attività fisiche possono provocare il fallimento dell’impianto.

Last Updated: 31 January, 2013© 2013 Zimmer, Inc. (owner of site) version 6.0