Your web browser is out of date. For the best experience on Zimmer websites please upgrade to the latest version of Internet Explorer, Chrome, or Firefox.

Zimmer, Inc.

Cosa succede dopo l’intervento di protesi all’anca?

after-my-hip-replacement-banner

Subito dopo l’intervento di protesi all’anca

Al ritorno nella camera d’ospedale, il paziente inizierà un leggero programma di riabilitazione per rafforzare i muscoli intorno all’anca e riacquistare la mobilità. Alzarsi e muoversi subito è importante; verrà infatti richiesto di alzarsi e muoversi 24 ore dopo l’intervento. Se prima dell’intervento il dolore all’anca era forte, molto probabilmente le attività erano già ridotte, quindi i muscoli saranno deboli. Sarà necessario recuperare abbastanza forza per controllare la nuova articolazione; l’inizio precoce dell’attività fisica favorisce la guarigione. Il medico e il fisioterapista forniranno istruzioni dettagliate su come curare la ferita, controllare il dolore, la dieta da seguire e gli esercizi da fare.

Il primo pasto dopo l’intervento sarà costituito probabilmente da ghiaccio in scaglie e liquidi blandi, per poi passare gradualmente a cibi solidi, in base alla tolleranza. Non appena possibile passare a una dieta bilanciata per favorire la guarigione.

Resto della degenza in ospedale

Entro 24 ore dall’intervento il paziente inizierà probabilmente a muovere i primi passi con l’aiuto di un deambulatore. Man mano che la guarigione procede, si passerà dal deambulatore alle stampelle e infine a un bastone da passeggio.

Dopo l’intervento il paziente potrebbe avere un catetere, che di norma sarà tolto quando riuscirà ad alzarsi e sedersi sulla comoda o andare in bagno. Il bendaggio sarà cambiato una o due volte al giorno.

Dopo l’intervento la degenza in ospedale andrà da due a quattro giorni. Le dimissioni avverranno non appena il medico stabilirà che la ripresa è sufficiente.

Il paziente potrà o meno essere trasferito per alcuni giorni a una struttura per la riabilitazione, sempre su discrezione del medico. Generalmente il bendaggio e le suture verranno rimossi prima delle dimissioni.

Prima delle dimissioni, un terapista occupazionale spiegherà come eseguire le attività quotidiane a casa con la nuova protesi. Insegnerà, ad esempio, come andare in bagno, vestirsi, sedersi e alzarsi, raccogliere oggetti e altre attività quotidiane.

A casa si dovranno continuare gli esercizi. Il fisioterapista chiarirà come comportarsi correttamente a casa e potrà continuare a lavorare con il paziente.

Una settimana dopo dell’intervento

• Visitatori

Prima di ricevere visite si vorrà forse aspettare qualche giorno dopo il ritorno a casa dall’ospedale o clinica riabilitativa per poter riposare e adattarsi al nuovo ambiente.

• Programmare la visita dopo l’intervento

Se non si è già provveduto a programmare la visita postoperatoria, contattare lo studio del medico uno o due giorni dopo il rientro a casa per fissarla; essa generalmente ha luogo due-tre settimane dopo l’intervento.

Tre settimane dopo l’intervento

• Appuntamento postoperatorio

L’infermiera o assistente del medico misurerà la pressione e la temperatura. Il chirurgo esaminerà il sito dell’intervento per accertarsi che non vi siano segni di infezione e i punti/graffette chirurgiche verranno probabilmente rimossi. Verrà controllato inoltre il grado di mobilità e verranno riesaminate le istruzioni per la fisioterapia. Sarà necessario indossare abiti larghi e comodi. Probabilmente occorrerà ritornare alle visite di controllo dopo 3 mesi, 6 mesi e 1 anno dall’intervento. In seguito basterà ritornare una volta all’anno.

Last Updated: 31 January, 2013© 2013 Zimmer, Inc. (owner of site) version 6.0