Your web browser is out of date. For the best experience on Zimmer websites please upgrade to the latest version of Internet Explorer, Chrome, or Firefox.

Zimmer, Inc.

Quali sono i rischi della chirurgia di sostituzione del gomito?

risks-elbow-surgery-banner

Da anni la sostituzione del gomito viene eseguita con estremo successo. Molte persone con dolori al gomito e artrite hanno potuto alleviare il proprio dolore e riacquistare la mobilità grazie alla sostituzione totale di questa articolazione. Grazie ai nuovi materiali e alle procedure messi a punto dalla medicina, i risultati sono sempre migliori. La percentuale di complicanze dopo una sostituzione totale del gomito è bassa. Le complicanze gravi, come un’infezione all’articolazione del gomito, si verificano in meno del 5,0% dei pazienti.1 Le complicanze più serie, come infarto o ictus, si verificano ancor più raramente. (Ovviamente le malattie croniche possono aumentare il potenziale delle complicazioni).

Ogni intervento chirurgico implica rischi e vantaggi. Il risultato dipende dalle circostanze personali del paziente e la guarigione richiede tempo. Sebbene non ci sia una garanzia di successo, i vantaggi comprendono il sollievo dal dolore e il ritorno a un normale utilizzo del gomito.

Le seguenti reazioni o complicanze possono verificarsi durante e dopo l’intervento e possono richiedere cure mediche, come un'ulteriore operazione, o la rimozione della protesi:

Infezione

L’infezione è un rischio presente in qualunque intervento chirurgico. Uno studio recente ha evidenziato come solo il 5,0% di pazienti sviluppi un'infezione nei primi due anni dall’intervento.1 Quando si verifica un'infezione dopo un impianto totale di gomito, molto spesso è causata da batteri che entrano nel flusso ematico durante interventi odontoiatrici, dal tratto urinario, dalla pelle o da infezioni alle unghie. Benché rara, l’insorgenza di tali complicanze può ritardare la completa guarigione.

Nei primi due anni dopo l’inserimento della protesi sarà necessario assumere antibiotici a titolo preventivo prima di sottoporsi a interventi chirurgici o odontoiatrici, per evitare il passaggio di batteri nel sangue. Come regola generale, è consigliabile parlare con l’ortopedico e con il dentista per verificare se occorra ancora prendere antibiotici in via preventiva prima di altri interventi.

Osteolisi

L’osso vicino all’impianto del gomito può rompersi (osteolisi) a causa della reazione dell’organismo alle particelle provocate da:

• Contatto diretto con componenti in metallo e in plastica

• Contatto tra le componenti del gomito e il cemento osseo

• Contatto tra le componenti del gomito e le particelle dell’osso naturale che si trovano tra le parti mobili del gomito, che può causare la formazione di ulteriori particelle o danneggiare le componenti dell’impianto.

Frattura dell’impianto

Dopo una sostituzione totale del gomito si sono verificate rotture dell’impianto, causate generalmente da:

• Pazienti con aspettative irrealistiche sulle prestazioni

• Pazienti che svolgono un’intensa attività fisica

Per minimizzare il rischio di rottura dell’impianto, è importante seguire le istruzioni del medico ed evitare un'attività eccessiva o inadeguata.

Altri rischi

• In futuro potrà rendersi necessaria la rimozione e/o la sostituzione dell’impianto o di suoi componenti

• Sebbene raramente, sono stati segnalati casi di allergia al metallo degli impianti del gomito. Parlare con il medico se si notano sintomi dovuti ad allergie

• Il fallimento prematuro può essere provocato da un errato posizionamento delle componenti dell’impianto

• Le componenti dell’impianto possono allentarsi a causa di una cattiva cementazione o in seguito a una caduta o un urto

• Malattie cardiovascolari associate all’uso del cemento osseo causano la formazione di trombi, ipotensione, infarto e, in casi rari, decesso.

Quando l’intervento di protesi totale del gomito è controindicato

Dati i rischi, il medico potrà decidere che l’intervento di sostituzione non sia indicato per il paziente in presenza delle seguenti condizioni:

• Infezione in corso o pregressa

• Osso di dimensioni ridotte o di robustezza non sufficiente a sostenere un nuovo gomito

• Nell’area del gomito i nervi sono danneggiati

• I muscoli del gomito sono danneggiati o non funzionano come dovrebbero

• Le ossa non sono mature o completamente sviluppate

• Evidente perdita ossea o forte riduzione della massa ossea (osteoporosi)

• L’articolazione del gomito è stata precedentemente fusa ed è stabile, funzionale e non provoca dolore

• Presenza di artrite reumatoide e anamnesi di lesioni cutanee (a causa del maggiore rischio di infezione).

Riferimento

1. Little CP, Graham AJ, Carr AJ; Total elbow arthroplasty: a systematic review of the literature in the English language until the end of 2003. J Bone Joint Surg Br. Aprile 2005;87(4):437-44.

 

Last Updated: 31 January, 2013© 2013 Zimmer, Inc. (owner of site) version 6.0

Infection

Infection is a risk with any surgical procedure. According to a recent study, as few as 5.0% of patients get an infection in the first two years.1 When infection occurs after total elbow replacement, it is most commonly caused by bacteria that enter the bloodstream during dental procedures or from urinary tract, skin, or fingernail infections. Although uncommon, when these complications occur, they can delay full recovery.

For the first two years after your elbow replacement, you may take preventive antibiotics before dental or surgical procedures that could allow bacteria to enter your bloodstream. Generally, talk to your orthopedist and your dentist to see if you still need preventive antibiotics before other procedures.

Osteolysis

The bone next to the elbow implant may break down (called osteolysis) because of your body's reaction to particles that may be caused by:

  • Direct contact of the metal and plastic components
  • Contact between the elbow components and the bone cement
  • Contact between the elbow components and your natural bone particles that exist between the elbow's moving parts, which can cause more particles or damage to the implant components

Implant fracture

Implant fracture has been reported following total elbow replacement. This is typically caused by:

  • Patients with extreme performance expectations
  • Physically active patients

To minimize the possibility for implant fracture, it is important to follow medical instructions and to avoid excessive or inappropriate activity.

Other risks

  • Removal and/or replacement of the device system or its components may be necessary at some point in the future.
  • Although rare, metal-allergy reactions from elbow implants have been reported. Inform your doctor if you have any allergy symptoms.
  • Premature failure can result from improper positioning of the implant components.
  • Implant components can loosen or move due to improper cementing or shock from falls or collisions.
  • Cardiovascular disorders associated with the use of bone cement include blood clots, decreased blood pressure, heart attack, and in rare instances, death.
  • May cause injury to nerves, muscles, or bone.

When elbow replacement surgery is not appropriate

Given the risks, your doctor may decide that elbow replacement surgery is not appropriate if among others: 

  • You have an infection or a history of infection
  • You don't have enough bone or the bone is not strong enough to support your new elbow
  • You have injured nerves in your elbow area
  • You have injured or nonfunctional elbow muscles
  • Your bones are not fully grown or developed
  • You have noticeable bone loss or a severe decrease in bone mass (osteoporosis)
  • Your elbow joint has been previously fused and is stable, functional, and painless
  • You have rheumatoid arthritis and active/history of skin lesions (because of increased risk of infection)

Reference

  1. Little CP, Graham AJ, Carr AJ; Total elbow arthroplasty: a systematic review of the literature in the English language until the end of 2003. J Bone Joint Surg Br. 2005 Apr;87(4):437-44.